Complesso residenziale di 36 alloggi

Nelle immediate vicinanze del Villaggio della Speranza sorto negli anni '90 alle spalle della Villa Pallavicini è stato ultimamente realizzato per conto della Fondazione Gesù Divino Operaio un complesso residenziale di quattro edifici composti da 9 unità abitative di diversa consistenza ciascuno ed uniti da percorsi pedonali esterni e completati poi da due ampie zone di parcheggio per la autovetture.

Gli alloggi sono destinati alla locazione alle coppie di giovani comunitari ed extracomunitari con alto numero di figli che vanno ad integrarsi con gli anziani che già risiedono nel Villaggio della Speranza in un disegno quasi visionario di don Giulio Salmi - presidente della Fondazione fino alla morte - ed al quale è stato poi intitolato il nuovo complesso residenziale. 

 

Il progetto unitario è stato redatto dallo Studio dell'arch. Luca Porelli e dell'ing. Carlo Porelli che ha svolto anche la direzione dei lavori.

Il progetto che prevedeva la realizzazione di 8 palazzine per complessivi 72 alloggi in due aree distinte è stato ridimensionato ad un primo stralcio, rimandando al prossimo quinquennio l'attuazione del secondo stralcio.